Lo Statuto della Confraternita

CAPO IV°
ORGANI PER L 'AMMINISTRAZIONE DELLA CONFRATERNITA

ART.14
La Confraternita si avvale dei seguenti organi amministrativi:

  1. Comitato Direttivo composto dal Priore-Presidente, dal I° e II° Assistente, dal Tesoriere e dal Segretario;
  2. Assemblea composta da tutti gli iscritti alla confraternita. 

ART. 15
Il Priore e il I° e II° Assistente restano in carica tre (3) anni e potranno sempre essere rieletti, mentre il Segretario e il Tesoriere potranno sempre essere riconfermati. Le elezioni sono a scrutinio segreto. Ne sono previste due: una per l'elezione del Priore e l'altra per la scelta del I° e II° Assistente. Per la seconda elezione chi ha ricevuto più voti, sarà eletto I° Assistente. Per ciascuna delle due votazioni verranno predisposti due liste con i nomi di tutti i confratelli, con esclusione dei giovani che non hanno superato il 15° anno o che non siano ancora entrati a far parte ufficialmente della Confraternita e cioè che non abbiano ancora ricevuto la vestizione di cui all'art. 7 del presente Statuto. Nel caso in cui un confratello rivesta la carica di Priore per tre mandati, si consiglia un avvicendamento.
Se tra i componenti dell'Assemblea c'è qualche confratello che non intende essere eletto, può dichiararlo all'inizio della votazione. Tali nominativi saranno inseriti nel verbale di cui al successivo articolo 18. 

ART. 16
II Priore, per essere eletto alla prima votazione, dovrà riportare due terzi dei voti validi. Quando ciò non si verificasse, si procederà ad una seconda votazione. Dopo la seconda votazione sarà sufficiente aver riportato la maggioranza relativa. II nuovo Priore al momento della sua elezione nominerà subito il Segretario e il Tesoriere, scelti direttamente tra i componenti dell'Assemblea e insieme ai due Assistenti, nominerà i Crocefissieri, i Portastendardo, i Maestri di cerimonia e il Maestro dei Novizi. 

ART.17
Il Padre Spirituale che di norma è il parroco della parrocchia, curerà in modo particolare la vita spirituale della Confraternita. Sarà nominato o riconfermato dall'Assemblea alla prima riunione utile del nuovo organo direttivo. 

ART. 18
Prima delle votazioni si costituirà un seggio elettorale composto da tre confratelli, scelti a estrazione, che fungeranno rispettivamente da presidente, scrutatore e segretario il quale alla fine delle operazioni di scrutinio provvederà a stendere apposito verbale delle operazioni di voto. Tali confratelli esercenti codesta funzione, non devono essere ne il Priore e ne gli Assistenti in carica. Inoltre, copia del verbale sarà esposto nell'apposita bacheca.